il Mediterraneo che cambia

In questa baia abbiamo davvero sotto gli occhi come sta cambiando il Mediterraneo. Dopo le onnipresenti castagnole, i pesci più numerosi sono i pesci coniglio (Siganus sp.). Sono pesci tropicali, i loro progenitori sono arrivati qui dal Mar Rosso attraverso il canale di Suez. Si sono ambientati bene in questa parte del Mediterraneo, dove l’acqua è calda e i predatori e i concorrenti son pochi. Nella baia hanno “preso il posto” delle salpe e li vedi tutto il giorno brucare le alghe dagli scogli. Ma non sono i soli. Oggi due grandi sorprese: un timidissimo pesce flauto e un gigantesco pesce balestra.
Quest’ultimo è scappato appena ci ha visto, ma il primo siamo riusciti a fotografarlo… anche se lui non è stato per nulla contento di tutta la nostra curiosità.

E’ un tema davvero affascinante, questo del Mediterraneo che cambia. Il gruppo di ricerca di Simona all’Icram ha un programma di ricerca chiamato ALIEN dedicato proprio alle specie che sono arrivate in Mediterraneo da altri mari; da sole o introdotte dall’uomo. Sono molti gli abitanti di questa baia che potrebbero sembrare tropicali ma i barracuda, i pesci pappagallo e i piccoli pesci balestra che si nascondono fra le rocce vicino la spiaggia sono mediterranei D.O.C.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: