Gli squali sono molto nervosi

E’ fine settimana, qui c’è un gran giro di persone e soprattutto due barche continuano a gironzolare attaccate alla roccia nella speranza di vedere gli squali da fuori dall’acqua. Non contenti, si buttano con le bombole, anche se qui è proibito. Non hanno speranza: con quel motore acceso, le bolle d’aria e il nuoto scomposto da sub maldestri gli squali si tengono lontani – ma anche da noi, purtroppo. Tempo dieci minuti – sufficienti a creare un gran scompiglio – non vedono nulla e se ne vanno.
Insomma, a mare è stata una giornata un po’ così. A terra invece ho seguito una interessantissima lezione personale di Simona, che mi mostrava le presentazioni dei corsi sulla biologia degli squali che tiene regolarmente sia all’Acquario di Milano che per l’associazione Uno Squalo per Amico.
Davvero fantastico! La cosa che mi ha colpito di più? Le tappe della vita di questi squali, così simili alle nostre. Il C. plumbeus raggiunge infatti la maturità sessuale come i nostri ragazzi, tra i 13 e i 16 anni. La gestazione è persino più lunga, va dai 9 ai 12 mesi. E la vita media… a noi va un po’ meglio perché la loro è stimata sui 35 anni; ma è una stima e in realtà potrebbe essere di molto superiore.

Come si stabilisce l’età di uno squalo? Contando gli anelli di accrescimento nelle vertebre che periodicamente si aggiungono con la crescita. Esattamente come per gli alberi.

Tremate, tremate, le streghe son tornate. I tipi della barca di ieri sono di nuovo nella baia. Con barca, bombole e… pastura. Li incrociamo mentre con gran confusione cercano di tenere a fondo la cesta che contiene pesci morti e cervella di chissà quali animali. Sono in tre, armati di telecamera, sorridono, son gentili, si informano di chi siamo e cosa facciamo. Muoio dalla voglia di ricordargli che qui le bombole sono off-limits ma siamo ospiti nel loro paese e non sta certo a me ricordargli le loro leggi. Tanto più che sono sicura che le bombole sono solo d’impiccio: gli squali son talmente schivi da evitare le ombre, figurarsi le bolle dei subacquei. La mia vendetta è guardarli sbiancare quando butto lì un “in teoria le femmine non mangiano, quando aspettano i piccoli”. A dirvi la verità ci hanno fatto un bel favore nel confermarcelo: gli animali hanno completamente ignorato il banchetto – ed evitato i sub.Le “ragazze” (ancora niente maschi) hanno avuto veramente una giornataccia, altri snorkellisti si sono susseguiti lungo la costa per tutta la mattinata.
Ma c’è una grande novità: oggi ho visto una femmina con la bocca deforme! Ho giocato a rimpiattino con lei per quasi due ore nel tentativo di fotografarle il muso (ovviamente ha vinto lei). Sia lo scorso anno che due anni fa ho fotografato una femmina con la mandibola storta; il punto di vista diverso impedisce però di stabilire se sia lo stesso animale.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: